domenica 18 marzo 2012

TORTA DEGLI ADDOBBI




Chi è di Bologna e dintorni questo dolce lo conoscerà molto meglio di me, che l'ho scoperto soltanto poco tempo fa curiosando in questo blog e che, purtroppo, non ho mai avuto il piacere di assaggiarlo preparato da un'esperta massaia del luogo. Me lo sono fatto da sola, seguendo le indicazioni del video di Roberta, e devo dire che è davvero buono; a patto, però, di consumarlo il giorno seguente alla sua preparazione, altrimenti, come dice mio figlio, "sa di frittata" :-D 
Già che ci siamo, volete sapere perché si chiama così? Meno male che Wikipedia c'è! Cito testualmente:   La torta degli addobbi (detta più semplicemente torta di riso) è un tipico dolce che appartiene alla tradizione petroniana. Veniva tradizionalmente preparato durante la "Festa degli addobbi", festa istituita fin dal XVII secolo per il decennale di una parrocchia in cui era uso esporre alle finestre, in segno di festa, dei drappi colorati. In tale occasione le case dei parrocchiani erano aperte alle visite di vicini e conoscenti e agli ospiti si offriva questa torta (…) tagliata in piccoli rombi, ciascuno sormontato da uno stuzzicadenti.
Dalla medesima fonte si apprende l’esistenza di  una ricetta originale depositata alla Camera di Commercio dell'Accademia Italiana della Cucina di "Bologna dei Bentivoglio" il 14 dicembre 2005. Insomma: è un dolce importante, eh! Mica baubaumiciomicio... 

P.S. "A me i canditi non piacciono, posso eliminare il cedro?" "Le uova non saranno un po' troppe? Non vorrei che mi si ingrossasse il fegato..." "Liquore??? C'è bisogno di tutto quel liquore??? Ma io sono astemia!" "Uhm... sono intollerante al latte, posso sostituirlo con l'acqua?" 
Stoooooop!!! Ragazze mie, se avete tutti sti problemi... semplicemente NON FATE LA TORTA DEGLI ADDOBBI, okkei? :-D Un bacio a tutte!






INGREDIENTI
(io ho raddoppiato le dosi):


100 grammi di riso Arborio

100 grammi di zucchero semolato

100 grammi di zucchero a velo 
(io ho usato la busta intera, quindi 125 grammi)

1 litro di latte fresco intero

6 uova intere

100 grammi di amaretti 

100 grammi di cedro candito 

100 grammi di mandorle senza pelle 

la buccia grattugiata di un limone

liquore di mandorle amare 
(io Amaretto di Saronno)



Ho cotto il riso nel latte assieme ai due tipi di zucchero e alla buccia di limone fino a completo assorbimento del liquido e ho lasciato raffreddare. Ho aggiunto le uova (un uovo per volta), quindi il cedro, le mandorle e gli amaretti (tutto finemente tritato) ed un goccino di liquore per aromatizzare. Ho versato il composto in una teglia quadrata di medie dimensioni imburrata e spolverizzata di pane grattugiato e l'ho lasciato rassodare in forno, a 160 gradi, per circa un'ora. Ho aspettato che la torta si intiepidisse prima di bucherellarla con uno stuzzicadenti  e bagnarla di liquore (rigorosamente alla mandorla, non sono ammessi altri liquori!) con un cucchiaio. Assaggiata calda non è un granché (non si distinguono i sapori), ma lasciata in frigorifero per almeno una giornata diventa squisita! La tradizione vuole che la si serva tagliata in piccoli rombi, ma io ho preferito ridurla in cubotti. Non dimenticate di infilare uno stuzzicadenti in ogni porzioncina! 














68 commenti:

  1. Io ragazza mia non ho nessun problema e la gusterei più che volentieri questa delizia addobbata!!!!!!!!MERAVIGLIOSA!!!!
    Buona Domenica!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io ho problemi, Renà, tant'è che mi son già divorato mezza torta da sola (e pensa che io ho raddoppiato le quantità, quindi è come se già mi fossi fatto fuori una torta intera! Ah ah ah). Felice domenica anche a te :-)

      Elimina
  2. Fantastica!! Ho conosciuto una nuova ricetta molto interessante;)) P.S non trovo la quantita' di uova....:))

    RispondiElimina
  3. Avevo dimenticato di segnare le uova tra gli ingredienti, infatti! Grazie per avermelo fatto notare, Giulia :-) Smack!!!

    RispondiElimina
  4. ed io che pensavo fosse una torta rustica...se mi cimentero' nel farla eliminero' il cedro,purtoppo non mi piacciono i canditi....ma sono troppo cusriosa di assaggiarla...brava Lucia...baci :)

    RispondiElimina
  5. bellissima e anche buonissima!

    RispondiElimina
  6. Wow Lucia!!!!!non la conocevo!!!sembra a dir poco squisitaaaaa!!!voglio provarla assolutamente!!!Poi io adoro gli amaretti..immagino il profumo!!!!Un grande abbraccio e buona domenica!!!

    RispondiElimina
  7. ah, ecco...io come torta degli addobbi non la conosco, ma come torta di riso si...mia zia la fa sempre, ti è venuta bellissima!a proposito, quando vieni a bologna?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe interessante sapere se anche tua zia la fa così o se la sua ricetta è un po' diversa... Magari glielo chiederò di persona :-D Se tutto va bene dovrei essere lì il 27 marzo e spero di trovare tempo bello :-)

      Elimina
  8. Ha un aspetto molto invitante, da provare...Ciao, buona domenica!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. I tuoi dolci sono sempre favolosi!!! Buona domenica

    RispondiElimina
  10. sai che ti dico Lucia? io la trovo fantastica... da come la racconti mi sa che sarà davvero buona. Quindi è da fare.
    Buona domenica mia carissima e felice settimana.

    RispondiElimina
  11. Davvero splendidi, eleganti cara Lucia da leccarsi i baffie che bellissima presentazione buona domenica

    RispondiElimina
  12. non l'ho mai mangiata, chissà che buona deve essere!Buona domenica...

    RispondiElimina
  13. Non vorrei fare la "schizinosa2,ma i canditi proprio non mi piacciono,mi perdoni se li frullo?..so che danno un sapore speciale,quindi non li eviterò,gli darò solo una"sistematina"!!Deliziosa e curiosa questa torta e sicuramente,ha bisogno del riposo..è un pò come la pastiera di grano,è un attentato mangiarla in giornata!!Ma siccome di attentati non siam capaci,saremo pazienti...un bacione bella mora,bellissima domenica!!

    RispondiElimina
  14. Golosa!!!! Io non ho nessun di problema quindi me la mangio e me la gusto volentieri! Baci

    RispondiElimina
  15. It looks so good out and what a beautiful structure. Have a nice sunday.

    Hugs
    Elna

    RispondiElimina
  16. Brava! Anch'io spesso non ho mai assaggiato alcune ricette che mi incuriosiscono e me le faccio da sola! Penso sempre che cucinare ti permetta di viaggiare almeno con la fantasia, se non lo puoi fare davvero!
    Dolce buono e allegro nella presentazione!
    Buona domenica

    RispondiElimina
  17. anche se sono ligure conosco molto bene questa torta perché si fa simile dalla mie parti: le uova devono essere tante per creare quella fantastica parte morbida che rende il tutto simile ad una crema.

    RispondiElimina
  18. E talmente invitante che una porzione
    io me la mangerei volentieri
    complimenti per come l'hai ben presentata
    buona domenica.

    RispondiElimina
  19. ...che buona!!!! Io sono intollerante al lattosio, ma già normalmente uso il latte a ridotto contenuto di lattosio, quindi per me va bene così... =)

    RispondiElimina
  20. Non conoscevo questa ricetta!! che ottima scoperta! e uova a parte non è così pesante! A presto

    RispondiElimina
  21. Questa si chiama telepatia virtuale!! Un po' diversa, ma con l'ingrediente principale uguale!!
    Da provare amo i dolci con il riso!!
    buona serata!

    RispondiElimina
  22. Lucia, me parece una torta muy original!!!! sin duda me llevo tu receta para probarla! que tengas una buena semana, un beso

    RispondiElimina
  23. Ciao, neppure noi conoscevamo questa torta bolognese! Buone quelle con il riso, ancora meglio se a cubotti e magari con un buon liquore di accompagnamento...
    baci baci

    RispondiElimina
  24. Ma se gli addobbi (cedro, uova, liquore...) che torta degli addobbi è? O si addobba o non si fa la torta. E tu addobba pure alla grande che io arrivo senza problemi :)) E' più simpatica così che "torta di riso" ^_^ Un baciotto, buona settimana

    RispondiElimina
  25. Che dire... l'aspetto è più che invitante!!!
    Ciao

    RispondiElimina
  26. Eppure, a leggere gli ingredienti, faccio fatica a credere che mangiato il giorno stesso della preparazione, il suo gusto sia di "frittata"! :-D
    Io vedo solamente dei trancetti dall'aspetto super invitante e goloso!!!
    Bacioni!!!!

    RispondiElimina
  27. Ma che belli ! bravissima.
    Mandi

    RispondiElimina
  28. ahahhaha Luci' ma come si fa a non adorarti !!! il PS la dice proprio tutta ^^

    Mi sa che è proprio buona questa torta direi golosissima !!

    RispondiElimina
  29. oglioiiii ultimamente mi e presa la voglia di divorare dolci cosa che non mi era mai successo .. sarà forse ste diete del c... che ti fanno venir sempre più voglia di dolci voglia di coccole ... e tu con questa torta mi stai facendo venir un acquolina in bocca ... mi passeresti una porzione multipla... mmmm ho capito l hai bella divorata da sola mi sa che mi devo dar da fare per gustarla e appagare la mia voglia...
    un abbraccio forte tesoro..
    lia

    RispondiElimina
  30. A me piaceeee!!!!
    E' troppo bella e goduriosa!! Difficile aspettare il giorno dopo per assaggiarla però!!
    Un bacione grande, anzi grandissimo!!!

    RispondiElimina
  31. Io addobberei eccome... è favoloooosa! Le foto rendono la bontà! Complimenti Lucia!
    Un bacione, buona giornata ;-)

    RispondiElimina
  32. sei unica,Luci'!!!!!ahahah come spieghi le ricette tu,neanche Nigella..(infatti,da lei,non passo mai.. non ci capisco un tubo,compreso il traduttore....ahahha)
    questa torta è straordinaria e la tua presentazione,impeccabile,come sempre!!!baci',teso' e buona settimana ;0))

    RispondiElimina
  33. emh, ma io uso solo riso raffinato, leuova? solo di galline felici, i canditi.. e poi e poi e epoi..... e poi io me magno tutttttto!!!!!
    e di tutto!
    e poi, simao giusto in peridoo di fetsa! quindi qst torta ci sta prorpio!a presto!

    RispondiElimina
  34. Conoscevo un dolce simile ma non con questo nome!
    Sembra ottimo :-)

    RispondiElimina
  35. Sai ne preparo uno anch'io in modo leggermente diverso da questo
    proprio senza quella sensazione che dice tuo figlio è uno dei miei primi post
    se ti va la prossima volta provalo e fammi sapere :)
    un bacione grande ciao

    RispondiElimina
  36. Amo moltissimo le preparazioni a base di riso, che hanno sempre quella consistenza budinosa che fa tanto casa e tradizione. In genere i dolci con queste caratteristiche sono i miei preferiti. Non amo molto le robe super elaborate. Magari mi ci cade l'occhio e vengo conquistata immediatamente dall'estetica, i colori e l'eleganza di una preparazione, ma su un tavolo di buffet, mi intriga di più una Tatin di una Saint Honoré. Hai capito no? Sono d'accordo con tuo figlio che sicuramente questa torta è più buon il giorno dopo perché tutti i sapori si armonizzano al meglio. Ti mando un caro abbraccio. Pat

    RispondiElimina
  37. non la conoscevo, mi manca! :)
    da provare la tua ha un aspetto molto invitante!
    buona settimana

    RispondiElimina
  38. Anch'io penso che andremo d'accordo!!:)
    buonissima sta torta ( e anche la storia :)) adoro il riso sia nelle ricette salate che in quelle dolci, e qua ci sono anche gli altri ingredienti che mi piacciono;)

    RispondiElimina
  39. Il suggerimento finale mi ha fatto veramente scompisciare dalle risate, perchè sì, pure io ho questa tendenza a cantarmela come mi pare aggiustando qui e là: ma hai ragione da vendere...leva quello, metti quell'altro, aggiusta qui, lima di là...che rimane della torta originale?? Fanne un'altra e via!!!
    Tornando seri: questa torta mi ha sempre incuriosita moltissimo ma non l'ho ancora mai fatta. Eppure sembra davvero buonissima.
    Ricapitolando: a me il liquore nelle torte piace da morire, con i canditi vado abbastanza d'accordo, il mio fegato ringraziando il cielo non ha particolari problemi e credo sopporterebbe la presenza di 6 uova spalmate in una torta che santo cielo, mica mangerò tutta io (per quanto la tentazione..)....certo, se potessi dare una limatina magari alla quantità di riso, che in tutta onestà, mi pare un filo eccessiva...ahahahaha
    Brava Lu!!!!!!!! tanti baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  40. Passando dalla tua cucina trovo sempre un pezzo d storia, un sorriso (e oggi una bella risata) e ottimi piatti. Che meraviglia! :-)

    RispondiElimina
  41. Brava è stupenda!!!!!!!!!!!!!!
    Baci

    RispondiElimina
  42. Oi Lucia! Obrigado pela visita e comentário no nosso blog!
    Viemos retribuir e já nos interessamos por esse bolo de arroz. Aqui, ainda não conhecíamos, creio que vamos testar, pois gostamos muito de arroz doce.
    Abraços!

    RispondiElimina
  43. ho mangiato un dolce simile tempo fa.... non mi ricordo dove, ma solo che era divino.
    Che belli i tuoi quadrotti...allegri e dolcissimi!

    RispondiElimina
  44. c'est joliment décoré, bravo
    bonne journée

    RispondiElimina
  45. Ohhhhh quina bona pinta!! Me'n menjaría un trosset ara mateix!!

    Ciao

    RispondiElimina
  46. La torta degli addobbi non la conoscevo ma essendo a base di riso so per certo che sarà buonissima!

    RispondiElimina
  47. E' da provare....per forza!!!!
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  48. complimenti uno spettacolo per la gola

    RispondiElimina
  49. Ne ho sentito parlare ma mai fatta! Mavsa di frittata?! No dai mi incuriosisce e prima in poi la faro ' :-) baci

    RispondiElimina
  50. Cara Lucia , rispondo qui al tuo commento : semplicemente perché é un blog che esiste da poco ! Complimenti per il tuo ,e mi piace molto il tuo modo di raccontare ( io metto molte foto perché ahimé ....son anni che non scrivo e devo un po riprendere ma scrivere in inglese poi é ancor più complicato ...) L'indice ricette con le foto é geniale ma....come si fa?
    Ciao e Buon WE

    RispondiElimina
  51. Dev'essere semplicemente strepitosa!!! :)

    RispondiElimina
  52. CIAO LUCIA ..
    PASSA VEDERE CE UN REGALO PER TE SUL MIO BLOG..
    CIAO LIA

    RispondiElimina
  53. una ricetta tradizionale molto interessante , complimenti!!!

    RispondiElimina
  54. No, no... che astemia! Dammi, dammi...
    Certo che da te, cara prof, mi aspettavo che rispolverassi un vecchio librone polveroso e noto a pochi, altro che Wiky!! :D
    E' sempre un piacere passare da qua e ti confesso che per un momento ho avuto anche un po' di magùn.
    Risorgerà mai la parentesi??? Mah! restando nel tema "divino" del tuo saluto(non DI VINO, eh!) credo rimarrà un arcano mistero...
    :>

    RispondiElimina
  55. adoro i dolci di riso, splendida idea Lucia!!!!

    RispondiElimina
  56. Bella decoración es una torta muy tentadora,luce estupenda,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  57. Ne ho sentito parlare , ma non l'ho mai realizzata, la tua è favolosa e si presenta molto bene. Buona domenica Daniela.

    RispondiElimina
  58. Sei perfetta nelle tue esposizioni e presentazioni, le tue recenzioni sono un sigillo di granzia. Bravissima
    Emi

    RispondiElimina
  59. ciao,
    siamo passate per ricambiare la tua visita e abbiamo trovato uno
    SPLENDIDISSIMO BLOG!!
    Complimenti!!
    A presto le 4 apine

    RispondiElimina
  60. Ciao Lucia, grazie per essere passata a lasciare il tuo commento.
    Non sono mai riuscita a preparare un dolce con il riso, semplicemente perché... non riesco a cuocere il riso nel latte! Tutte le volte rimango con una pentola incrostata di latte bruciato e mi prende lo sconforto.
    Sono sicura però che questa torta piena di ogni bendiddio sia una vera goduria e prima o poi proverò a farla.

    RispondiElimina
  61. Non la conoscevo ed è una grave lacuna da colmare ......

    RispondiElimina
  62. ahah, hai ragione, sennò uno fa un'altra torta no? Piacere e grazie della visita. A presto

    RispondiElimina
  63. è bellissima! sembra venuta molto bene!
    grazie della visita!
    e..buona pasquetta.

    RispondiElimina