domenica 1 gennaio 2012

OVIS MOLLIS... PER UN INIZIO CONFUSO E FELICE :-)





Sembra facile! Parlare dell’argomento “ovis”, intendo. Perché questi biscottini dall’aria ingenua, fragile, netta, questi sempliciotti di cui al primo sguardo si pensa già di sapere tutto, costituiscono, in realtà, il mistero più grande dopo quello della Vita e dell’Amore: a partire dal nome stesso (ovis mollis od ovis molis?) per proseguire col significato (con una o due elle che sia, perché diamine si chiamano così? Ovis deriva dal latino? Se sì, da quale parola? Da ovum, i, sostantivo latino neutro = uovo o da ovis, is, sostantivo latino femminile = pecora?) ed arenarsi sulla questione della forma (qual è quella “giusta”? A bastoncino, a pallina, ad anello…?) A confondere ulteriormente ci pensa l’ ovis mollis-canestrello: un biscotto fatto con la pasta frolla degli ovis (la cui peculiarità è l’utilizzo dei tuorli d’uovo sodi) ma con la forma dei canestrelli liguri (che invece vogliono rigorosamente i tuorli crudi nell’impasto). In sostanza, uno sconvolgente ibrido degno di un urlo in perfetto stile Munch che (ahimè) non è raro incontrare passeggiando per il web. Come dite? Vi sentite già dei novelli “viandanti su un mare di nebbia”? Bene, allora passo a dissipare un po’ di foschia dal vostro orizzonte (non tutta, però! Ve l’ho detto che trattasi di argomento arduo). Grazie a lunghe e meticolose ricerche (vi ricordo che sono della Vergine) ho scoperto la forma e la ricetta ORIGINALI del Nostro: la forma DOC è quella ad anello, mentre gli ingredienti ed il procedimento autentici sono quelli contenuti nel manuale: Il Pasticciere e Confettiere Moderno edito nel 1907 dalla Casa Editrice Hoepli. Chi è il suo autore? Sentite qua: Giuseppe Ciocca, classe 1867, nato a Treviglio (Bg); artista, pittore, pasticciere, gelatiere, imprenditore dolciario, direttore del Giornale dei Pasticcieri e Confettieri, autore di testi e manuali e Maestro della pasticceria moderna. Vi basta, come garanzia? Beh, che vi basti o no, così è (se vi pare). Buon anno a tutti! ;-)








INGREDIENTI
(PER UNA QUINDICINA DI BISCOTTI):



200 grammi di farina

100 grammi di fecola di patate

200 grammi di burro

100 grammi di zucchero a velo

5 tuorli d’uovo sodi

1 cucchiaino di estratto purissimo di vaniglia

un pizzico di sale



Mescolate farina, fecola, zucchero e sale; aggiungete il burro morbido tagliato a pezzetti ed i tuorli passati al setaccio ed amalgamate velocemente il tutto formando una palla. Passate l’impasto in frigorifero per un’oretta, quindi stendetelo sottile e ritagliatevi i biscotti. Cuocete gli ovis mollis in forno preriscaldato a 180 gradi fino a leggera coloritura. Non toccateli fino a completo raffreddamento perché sono estremamente delicati e si rompono facilmente. Spolverizzateli con abbondante zucchero a velo e gustateli così, in tutta la loro deliziosa semplicità.

































79 commenti:

  1. Buon Anno!!! ...ma continua le tue ricerche sul nome, non ci lasciare in sospeso... ;-)

    RispondiElimina
  2. bellissimi! ioli faccio a pasqua quando avanzano le uova x la colazione...ma direi che ci stanno benone anche a capodanno!!
    me ne prendo uno volentierissimo, posso? ;)
    ciao e buon anno
    Valeria

    RispondiElimina
  3. Avrei scommesso su MOLIS, caspita non ci prendo davvero mai!
    Le tue ricerche sono interessantissime e contagiose, viene voglia subito di saperne di più!

    Un grande abbraccio e molti, moltissimi auguri!

    Fabi

    RispondiElimina
  4. Feliz año!! Unas deliciosas pastas para empezar el año, preciosas.
    Un beso

    RispondiElimina
  5. grazie per questo dolcissimo inizio d'anno, ma oggi sono un pò rintronata per seguirti nelle tue ricerche
    buon anno

    RispondiElimina
  6. Questi più biscotti sono semplicemnte perfetti, un bellissimo modo di iniziare l'anno!!! BACI

    RispondiElimina
  7. un modo dolcissimo per iniziare l'anno nuovo ! Un abbraccio forte...

    RispondiElimina
  8. Cara Lucia, questi biscotti sono insieme ai canestrelli, quelli che forse preferisco. Mi piace da morire la consistenza friabile e sabbiosa che si sbriciola al solo assaggio. Li ho fatti con la marmellata di albicocche ma sono convinta che la tua versione sia ancora più intrigante perché meno spesso vuol dire più. Auguri per questo nuovo anno. In quella foto di apertura sei splendida. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  9. Che spettacolo...mettono una volgia matta di addentarne uno...due ...tre ahahahah ;-))

    RispondiElimina
  10. buoniiii!!! e grazie per la spiegazione!!! buon anno! ;)

    RispondiElimina
  11. Cara Lucia - Bellisimi e frizzante, io li rendono presto, Grazie.
    Buon anno.

    Magi

    RispondiElimina
  12. mi piacciono comunque in ogni forma,ma tu sei riuscita a renderli "eleganti" che sono buoni lo so,ma questi sono anche belli!Auguri....

    RispondiElimina
  13. bellissimi! buon anno e complimenti per il blog!
    Spery di babà e bignè

    RispondiElimina
  14. Non ho mai assaggiato l'ovis mollis, ma adesso mi hai messo la curiosità :)

    RispondiElimina
  15. ciao Lucia e bentornata. Sai che io la sapevo diversa?
    Secondo quanto ho letto gli ovis (Molis? Mollis? Ho già visto entrambe le dizioni e non ho, ahimé, studiato latino!) dovrebbero ricordare le uova, "molli", appunto. Per cui dovrebbero (nota sempre l'utilizzo del condizionale) avere forma a semicupola, con un buchino in centro per accogliere un po' di marmellata di albicocche. Il tutto per ricordare un uovo "aperto", appunto.
    In realtà credo che "i perché" delle ricette si perdano spesso nella notte dei tempi e sia difficilissimo risalire alla loro forma originale. Qualunque sia la "vera" forma la tua però mi sconfinfera parecchio; quello degli ovis è un impasto che amo e vedere questa bella pila di cerchietti coperti da zucchero a velo e confettini mi fa venire voglia di gustarmeli con un bel tè...
    Anch'io sono della Vergine, tu che giorno sei nata???
    Un bacione e buon anno (e abbasso gli aggregatori poco seri!!!)

    RispondiElimina
  16. Che belli questi biscotti,
    non li conoscevo,ma adesso grazie a te posso
    assaggiarli.
    Bravissima

    RispondiElimina
  17. wow quante interessanti notizie su questi biscotti!complimenti per l'esecuozione ;)

    RispondiElimina
  18. @Lucia: una ricetta ricca di cultura, affetto, passione... belle le foto, bella la composizione... tesora, i tuoi post hanno sempre qualcosa di magico e affascinante!!

    RispondiElimina
  19. Il caffè ristretto e' ok anche per me!! Senza di lui non inizia la giornata!!!!
    Quanto mi piacerebbe unire i nostri dolci e fare una bella colazione insieme!!!
    Altro che semplici, gli "ovis mollis" m'han sempre fatto una paura!!!!! I tuoi sono bellissimi!!!!
    Tanti baci e ancora.. felicissimo Anno Nuovo!!!!!

    RispondiElimina
  20. Molto belli questi biscotti.
    Serena notte a presto.

    RispondiElimina
  21. Ciao! Prima di tutto...Buon Anno!!!!
    E i tuoi biscottini per iniziarlo ci sembrano un ottimo auspicio: dolcissimi, morbidi e con una fitta storia dietro...insomma...un goloso mistero!
    Ti sono riusciti davvero molto bene!
    un bacione

    RispondiElimina
  22. Cavoli, ho fatto diverse volte questi biscottini, ma ora li guarderò con altri occhi!!
    Bravissima, ciao, belle foto e bel blog!

    RispondiElimina
  23. Tantissimi auguri di Buon Anno!!!
    Ma quante notizie su questi invitanti e raffinati biscottini!!!
    Baci

    RispondiElimina
  24. Che bontà questi biscotti! Belli anche da vedere!Felice Anno Nuovo!Ciao

    RispondiElimina
  25. Quante cose si imparano... Ho sempre voluto farli e ora che vedo i tuoi mi fanno ancora più voglia! Buon 2012 :-) baci

    RispondiElimina
  26. Qualunque ne sia l'origine, questi che hai fatto sono di un'eleganza che non si può proprio non desiderare di farli così!
    La ricetta me la segno, ora che l'ho trovata, in fatt non ricordavo che fosse questa che aveva i tuorli sodi
    Grazie e .. AUGURI!!!!

    RispondiElimina
  27. Csodálatos kekszek! :) Boldog új évet kívánok! :)

    RispondiElimina
  28. Ciao Lucia! Grazie per essere passata a trovarmi, è un piacere conoscerti :)
    Innanzitutto complimenti per questi biscotti che sono bellissimi (anche le foto!) e poi ottima e interessantissima la loro storia, alla mia mamy è piaciuta tanto!
    Ti seguiamo con piacere anche noi :)
    Ora vado a fare un pisolino perchè io non sono una cagnetta molto mattiniera..
    Bau bau

    RispondiElimina
  29. Cara Lucia, tanti tanti tanti auguri di un sereno e radioso 2012!!!!
    Mentre leggevo la tua interessantissima spiegazione sugli ovis mollis (o molis), pensavo che sarebbe stato bello mangiare uno dei tuoi deliziosi biscottini.
    Pratica e teoria! Con l'aggiunta di un buon tè, of course!
    Un bacione grandissimo

    RispondiElimina
  30. Ummm...que ricas Lucia,tienen un aspecto suave y delicado,me encantan.
    Un beso bien gande y Feliz 2012!!!

    RispondiElimina
  31. Gioia cara per un attimo pensavo di essere ad un corso di latino. Io, negata per questa meravigliosa lingua, ho pensato di chiamare mio figlio che lo sta studiano. Poi ho desistito: mi sarei sentita dire dopo un'occhiataccia "sono in vacanza, ho già i miei compiti, mi vuoi veder spalmato sul divano distrutto????" Ah ah ah. Comunque ho letto la tua ricetta IN ITALIANO e penso proprio che li farò nei prossimi giorni. Devono essere deliziosi e anche leggeri. Grazie! Un bacione Paola

    RispondiElimina
  32. infatti a me questo nome mi ha sempre turbata!!!però i tuoi biscottoni sono veramente belli! anche il blog mi paice, con le fotine tutte di fianco! ti auguro un gran 2012, cara Lucia, a te e atutta la tua bella famiglia!

    RispondiElimina
  33. Grazie per il tuo commento, anch'io da oggi ti seguo con piacere.... proverò presto questi biscotti...
    Baci Monica

    RispondiElimina
  34. biscotti strepitosi sono passata diverse volte ma tu non pubblicavi ed ara sono qua complimenti biscotti fantastici

    RispondiElimina
  35. Such a beautiful and delicious way to start the new year! Happy New Year, Lucia!

    RispondiElimina
  36. Auguri!!!!!indipendentemente dal nome e dalle origini....hanno un aspetto signorile,delizioso ed elegante....sono dei signori biscotti...complimenti e Auguri!!!!!!!!!!!Buona vita e buona cucina!!!

    RispondiElimina
  37. splendido post, grazie per essere passata a trovarmi :)

    RispondiElimina
  38. Buon anno Lucia!!!Belli i biscotti,le foto,come sempre,parlano da sole!

    RispondiElimina
  39. Ideali per una bella colazione. Cercherò di farmeli per mangiarli il mattino prima di fare della bicicletta.
    Grazie per la lezione di latino e per le ricerche storiche. Un amichevole saluto.

    RispondiElimina
  40. Molto belli preparati in questa forma
    ciao felice anno nuovo

    RispondiElimina
  41. ¡¡Feliz 2012!! un abrazo y mucha felicidad y alegría. Chao!

    RispondiElimina
  42. Una vera delizia questi ovis! Buon Anno, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  43. dalle tue stupende foto riesco ad immaginarne il dolce e raffinato sapore...
    buon nuovo anno cara lucia, ti mando un abbraccio

    RispondiElimina
  44. Dubbi etimologici a parte, a forma di ciambella o di canestrello...a me questi biscottoni burrosi e grassocci (nel senso di goduriosi e super invitanti...non so bene per quale tipo di associazione semantica, ma prendila così), come li metti li metti piacciono proprio tanto!
    li immagino morbidi e fragranti, dolci e friabili e, soprattutto, incredibilmente perfetti da inzuppare nel mio caffè mattutino (ma anche pomeridiano volendo).
    Buon anno, Lucy: tanti tanti auguri di cuore, che sia stracolmo di cose meravigliose e grassocce!

    RispondiElimina
  45. Que delicia, se ven increibles.
    Un saludo

    RispondiElimina
  46. Bellissimi e stupende le foto
    COMPLIMENTI!!!!
    Buona Epifania

    RispondiElimina
  47. Ciao Lucia ...Buoniii...Mi piace un sacco il tuo blog...Sicuramente proverò qualche ricettina xD! grazie mille per i complimenti!Che bello una conterranea come sostenitrice del blog!!!Sono proprio contenta ...Ti auguro un 2012 sereno e felice !!!

    RispondiElimina
  48. "mollis o molis",sono eccezionali,questi biscottini,Lucia cara!! e come sempre,le tue presentazioni sono cosi' mirabili,che sembra quasi di sentire profumo e fragranza di ogni cosa!!buona festa della Befana,carissima e tanti complimneti!!smackkk

    RispondiElimina
  49. mi piace questo inizio d'anno con ricette "ricercate" :)
    ti sono venute benissimo, io annoto e ci proverò... buona befana!

    RispondiElimina
  50. che meravigliosi biscottini!!!!sembrano nuvolette!!!!

    RispondiElimina
  51. Lucia!! sono meravigliosi cuesti biscotti mi faccio un café e me prendo uno per la merenda.
    Per fare il roscone si fa con farina de panne ma il sapore no e come il panettone e similare a una briocce.
    Si deseas hacer la receta y tienes cualquier duda estaré encantada de ayudarte.
    Un abbraccio. María

    RispondiElimina
  52. ciao, buon anno anche a te! il Fimo si trova nei negozi di bricolage come il Brico o l'OBI ma anche nei colorifici. Lo trovi anche con nomi diversi come Cernit o Sculpey comunque sono panetti da circa 50 grammi ed è veramente facile da usare.. si inforna come gli splendidi biscotti di questo tuo post! A presto

    RispondiElimina
  53. bellissimi questi biscotti a forma di ciambellina! Me li segno!!

    Buon anno!!

    RispondiElimina
  54. ciao Lucia, grazie per i compli! Spero che l'anno sia cominciato per te sotto i migliori auspici. Grazie per la tua visita e per il commento (molto) lusinghiero... sai che quei biscottiddi li fili dall'8 aprile? (anche allora mi avevi lasciato un commento "positivo"). Allora "devi" farli! ;))
    Un bacione e a presto

    RispondiElimina
  55. Veramente deliziosi! Buon anno! Laura

    RispondiElimina
  56. Buon anno anche a te Lucia. sono favolosi questi biscotti e le foto sono splendide. Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  57. Splendidi biscottini eleganti e buonissimi (li conosco bene! golosa come sono...), molto interessanti sono le tue ricerche gastronomiche..quindi sarebbero bergamaschi? incredibile.. un bacio e grazie!

    RispondiElimina
  58. E io che pensavo fossero altri gli originali. Mi hai convinta, hai portato prove e controprove! Ti ringrazio quindi per l'esaustiva lezione ( della serie non si finisce mai di imparare, per fortuna!) e ti abbraccio.

    RispondiElimina
  59. Sono strepitosi e basti te come garanzia...mamma mia che biscotti!!! Buona Domenica, ciao.

    RispondiElimina
  60. Ciao! Adoro questi biscottini...si sciolgono in bocca solo a guardarli! complimenti per il blog!
    Tamara

    RispondiElimina
  61. caspita che foto..e che delizie..
    vien voglia di allungare la mano!!bravissima!!
    Ciaoo

    RispondiElimina
  62. Per me la garanzia più grande,sei tu bella morona,altro che Giuseppe Ciocca!!!Però ti son grata per queste informazioni,sono una curiosona anche se non "vergine" come te :)!Ed ora che la foschia è meno intensa,vado a godermi la visione di questi biscottini meravigliosi,che esprimono la loro bontà in modo chiarissimooooo..!!
    Un bacio esagerato bella guaglioncè e soprattutto bellissima domenica!!!

    RispondiElimina
  63. semplici ma spettacolari...vien voglia di morderli...uhm riesco a sentire anche il profumo! buona domenica, danyxxx

    RispondiElimina
  64. Holaaa, Soy Rosa, de sabor a galletas y los pasteles de Rosa, muchas gracias por tu visita. Tienes un blog precioso con recetas que tengo ganas de hacer, te mando un abrazo muy grande. Rosa

    RispondiElimina
  65. Lucen hermosas y delicadas me encantan quiero probarlas por favor,abrazos y buen año para tí.

    RispondiElimina
  66. Auguri anche a te, befanotta!!
    Spè che ora metto anche l'immaginetta con il vasetto di fiori, neh!! :D
    Ammazza però se sei bonazza nella foto che hai messo sul blog! Nessun commento alla ricetta, stavolta... ma solo alla blogger! :D :*

    RispondiElimina
  67. Ohhhh, che i cookie delicato! Mi piace come sei stato, sembrano molto appetitosi! La ringrazio molto per il tuo commento sul mio blog! Questi muffin sono buenísimos!
    Un piacere a farti visita!

    Un bacio bella,

    Vanesuky.

    RispondiElimina
  68. Sono bellissimi questi biscotti e resemblano come i biscotti Greci "kourabiedes" senza patata.

    RispondiElimina
  69. Gracies per la teva visita al meu blog! És un honor!
    El tortell de reis és molt típic pel dia 6, que és quan els nens reben els regals (i no de Santa Claus).
    Feliç 2012!!

    RispondiElimina
  70. Hola Lucia te han quedado de lujo y que rico tienen que estar.

    Feliz 2012

    Un saludo desde Almería

    RispondiElimina
  71. Buon 2012!! Non è che tra i buoni propositi del nuovo anno c'è una bella ricetta cotta al VAPORE ?!

    Ti aspetto !!

    http://www.archcook.com/2011/11/una-nuova-sfida-contest-cottura-al.html

    Belli e buoni..è da tempo che vorrei cimentarmi con i biscotti per decorarli e impilarli;) chissà che merenda golosa!!

    RispondiElimina
  72. devo dire che disquisizioni a parte sul nome...sono proprio molto molto invitanti...

    RispondiElimina
  73. Ces biscuits sont beaux à croquer!!!

    Bonne année 2012 à toi:)

    RispondiElimina
  74. Caspita, ma come ho fatto a perdermi questo biscotti...ehm canestrelli???

    Grazie per la perfetta e precisa spiegazione!!

    RispondiElimina
  75. No conocía estos dulces! me han encantado ;)

    RispondiElimina