domenica 8 aprile 2012

"QUASIPASTIERA" E AUGURI DI BUONA PASQUA!!!





Chi frequenta questo blog con regolarità ormai mi conoscerà abbastanza da sapere quanto poco sia propensa ad operare variazioni sulle ricette tradizionali. Stavolta, però, ho dovuto commettere il sacrilegio: sostituire i canditi della pastiera pasquale con gocce di cioccolato bianco e fondente. Una cosa sconvolgente, lo so! Non si può sentire. Ma cos'altro avrei dovuto fare, sapendo che l'invitato speciale alla mensa di Pasqua detesta cordialmente i canditi e sarebbe stato capace di riconoscerne l'odiato sapore anche se avessi tentato di fregarlo frullando il ripieno? Così, in onore di Dario, ecco la "Quasipastiera": perché il genero bisogna trattarlo bene, eh! Almeno all'inizio :-D Auguri a tutti !!!






INGREDIENTI


PER LA FROLLA: 

600 grammi di farina

300 grammi di zucchero 

200 grammi di burro

2 uova intere e 4 tuorli

8 grammi di lievito vanigliato per dolci

2 bustine di vanillina


PER IL RIPIENO:

580 grammi di grano già cotto (un barattolo)

un cucchiaio di burro

300 grammi di latte fresco intero

5 uova intere e 2 tuorli

650 grammi di zucchero

700 grammi di ricotta fresca vaccina

un cucchiaino di estratto di vaniglia

acqua di fiori d'arancio a piacere

150 grammi di gocce di cioccolato bianco

150 grammi di gocce di cioccolato fondente


Con gli ingredienti indicati preparate la pasta frolla e lasciatela riposare per un'oretta in frigorifero, coperta da pellicola trasparente. Nel frattempo preparate il ripieno. Per prima cosa mettete il grano in una pentola con il latte e il cucchiaio di burro e fate amalgamare il tutto a fuoco basso (dovrà risultare un composto cremoso, quindi lasciate che il latte venga assorbito completamente). A parte lavorate la ricotta con lo zucchero, la vaniglia e le uova; aggiungete il composto di grano ormai freddo, profumate con l'acqua di fiori d'arancio (io abbondo!) e completate con le gocce di cioccolato. Stendete la pasta frolla in una tortiera alta imburrata e infarinata, poi versate la farcia. Decorate la superficie con il classico reticolato ed infornate per almeno un'ora e mezza-due a 160-170 gradi. La pastiera va preparata con largo anticipo: io l'ho fatta il venerdì per la domenica. Qui lo dico e qui lo nego: è ottima anche in questa versione poco ortodossa! ;-) 














Auguri soprattutto a voi, Dario e Marika, perché l'intera vostra vita sia una Pasqua ;-) 


43 commenti:

  1. Ciao Lucia, per questa volta ti pedoniamo dai!!! Felicissima Pasqua anche a te cara!!!

    RispondiElimina
  2. E' meravigliosa,proprio come te Lucia:)anche a me non piacciono i canditi e ne tanto meno l'uvetta,quindi questa variazione è fantastica....Buona Pasqua a te :)

    RispondiElimina
  3. Te lo posso confessare in un orecchio...sottovoce...poi vado a fare penitenza! A me i canditi non piacciono ma vado pazza per il cioccolato. La "quasi" pastiera mi piace un sacco di più ^_^ E se vuoi faccio sparire io le prove del "sacrilegio" :D! Un bacione bellezza, tanti cari auguri di buona Pasqua a te e famiglia

    RispondiElimina
  4. sei una suocera deliziosa cara Lucia! Buona Pasqua a te e alla tua splendida famiglia!

    RispondiElimina
  5. Tantissimi auguri Lucia!!!! prendo una fetta di questa deliziosa quasi pastiera e vado a prepararmi una quasi cena:D Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ciao Lucia! auguri di Buona Pasqua anche a te!!!
    Oddio, che sacrilegio questa sostituzione! noi amiamo moltissimo i canditi...e non parliamo poi della pastiera :-)
    Ma che vuoi farci, quando c'è l'ospite..tutta la cucina si adegua ai suoi gusti!
    Però...noi una fettina di quella originale la accettiamo sai se ti capita di rifarla :-P
    Un bacione

    RispondiElimina
  7. Buona Pasqua.......per una volta si può anche fare ;))

    RispondiElimina
  8. auguri e il sacrilegio l'ho commesso anche io li ho levato completamente e in alcune gocce di cioccolato fondente ^.^ auguri a tutti voi

    RispondiElimina
  9. Nessun sacrilegio...penso che la tua versione sia una vera goduria le foto lo dimostrano!!!
    ciao a presto ^_^

    RispondiElimina
  10. stupenda Lucia!!!!bravissima come sempre!baci!

    RispondiElimina
  11. ciao
    anche se hai variato la ricetta tradizionale, credo che non si sia offeso nessuno soprattutto quando l'hai prensentata in tavola!!! goduria!
    buona serata

    RispondiElimina
  12. Ciao Lucia ,sei bravissima ,bello il tuo blog mi sono unita hai tuoi lettori fissi passa ha trovarmi se ti va io sono ISABELLA ti aspetto smack

    RispondiElimina
  13. ciao Lucia, anche se in ritardo passo per gli auguri.....golosissima la tua pastiera e bellissima la fura famiglia...tanti auguri per tutto!!!!!!!

    RispondiElimina
  14. Bellissimi i tuoi ragazzi e splendida anche la pastiera,forse amche più golosa a mio avviso.
    Ciao!

    RispondiElimina
  15. Letta la motivazione....per questa volta ti perdono!!! :DDD
    Bacioni cara e buona giornata!

    RispondiElimina
  16. Questa "quasipastiera" mi sembra stupenda... quindi, genero perdonato!!!

    A presto!

    RispondiElimina
  17. Una tarta de pascua estupenda!!!! que buena debía estar.....se me hace la boca agua! un besito guapa

    RispondiElimina
  18. Che belle foto e che bella pastiera. Ti dirò nemmeno qui amano più di tanto i canditi ;)

    RispondiElimina
  19. c'est trop gourmand et joliment présenté, bravo
    bonne journée

    RispondiElimina
  20. La variazione è più che giustificata,è da un pò che anch'io mi adeguo ai gusti dei nuovi inquilini di questa casa...E poi mi sembra che Dario meriti certi riguardi a giudicare dal volto della tua Marica,mi sembrano molto innamorati!!Cosa non farebbe il cuore di mamma??anche stravolgere la mia pastiera,ti è consentito..pensa che io ho fatto una crostata di albicocche senza le albicocche :(!Un bacio bellissima e sappi che la tua "simil pastiera"incontra tanto la mia golosaggine!!

    RispondiElimina
  21. Lucia cara...i canditi non piacciono a tutti e ....insomma bisogna accontentare l'ospite d'onore:-)))Hai fatto bene, personalmente non mi fanno impazzire cedro e affini, infatti aggiungo solo la scorzetta d'arancia :-))))(Io che adoro il cioccolato te l'avrei fatta fuori in poco:-)))Un bacione e complimenti

    RispondiElimina
  22. Ma che carini... mah per il genero questo e nient'altro! ^__^
    Cmq buonissima anche questa versione!
    buona serata
    baci
    terry

    RispondiElimina
  23. ha un aspetto favoloso,la tua pastiera,Lucia!!eh..cosa non si fa per i figli..ed anche per i generi..eheheh

    p.s bellissima coppia!!auguroni a questi ragazzi e bacioni a te!!smackkkkk

    RispondiElimina
  24. Per una così bella coppia, il sacrilegio si può anche perdonare!!!!
    buona serata
    spery

    RispondiElimina
  25. che suocera e mamma dolcissima che sei :) mi hai messo anche una gran voglia di pastiera!!!! auguri di buona pasqua in ritardissimo :*

    RispondiElimina
  26. a me piace :P
    noi un anno l'abbiamo fatta con dentro i pezzi di cioccolato fondente! che buona!
    e auguri alla giovane coppietta!

    RispondiElimina
  27. Ciao Lucia, è la seconda ricetta di pastiera che leggo questa sera, ma l'altra era la tradizionale. Come ho detto a tutte le mie amiche amanti della cucina, sabato sono da una dietologa e non credo che mi autorizzerà a mangiarne. A meno che non me la faccio domani e poi amen.
    Tanti cari saluti a te e, naturalmente, a Dario e Marika.

    RispondiElimina
  28. Muy rica tarta luce deliciosa y jugosa es una exquisitez aunque atrasada te deseo feliz pascua y muchas bendiciones,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  29. Ciao anche così è una pastiera fantastica!!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  30. ..a me i canditi piacciono!! Ma il cioccolato forse mi piace di più!!
    Quindi vanno bene tutte le versioni!!!!
    Le foto parlano.. uno spettacolo di pastiera!!
    Bellissimi i fidanzati!!! :)
    Bacioni grandi e felice serata!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  31. la pastiera è un dolce ottimo1!

    RispondiElimina
  32. invece io non sono tradizionalista per niente, quando si tratta di dolci...questa versione col cioccolato mi tenta da morire, l'anno prossimo la provo così!!

    RispondiElimina
  33. Mi piace molto la tua versione, le tue ricette e in particolare i tuoi dolci sono strepitosi. Auguri alla giovane coppia, un abbraccio, buona domenica Daniela.

    RispondiElimina
  34. Bellissimo blog e favolose ricette cara Lucia, mi sono aggiunta con piacere trai tuoi sostenitori e grazie per essere venuta da me!
    ciaoooo e buon fine settima
    bacioni

    RispondiElimina
  35. Ciao Lucia! Amo la cucina italiana, in particolare i dolci. Mi piace anche cercando di cuocere. Napoli era un grande successo di pastiera dello scorso anno. Il tuo blog è fantastico! Molti verranno da voi :)

    RispondiElimina
  36. buonissima la pastiera in versione originale...e devo dire che questa mi stuzzica altrettanto :-) mi aggiungo con piacere tra i tuoi lettori :-)

    RispondiElimina
  37. quando il genero merita..è giustificato qualsiasi stravolgimento
    (tocca anche a me)se poi con questi ottimi risultati...ben vengano!!
    ciaoo

    RispondiElimina
  38. Io intervengo spesso nelle ricette... è un pò un mio vizio.... ma questa tua quasi-pastiera è davvero irresistibileeee!!!
    Complimenti, ne addenterei volentieri una bella fetta!! ^__^
    Franci

    RispondiElimina
  39. Ma che (quasi) suocera carina sei? L'anno scorso mi hai fatto ridere con la torta cioccolato - zenzero "spazzolata" dalla nuora e ora stravolgi la pastiera (ma mi piacerebbe proprio assaggiarla, con il cioccolato deve essere proprio una meraviglia....) per il (quasi) genero. E brava li stai prendendo tutti per la gola!

    RispondiElimina
  40. Beh cara Lucia, chissà che sacrificio per gli altri commensali non aver potuto godere dei canditi nell'impasto......secondo me hai inaugurato una tradizione! Roba che quella pastiera timsara' durata il tempo di un attimo!
    Personalmente ti confesso che io sono una fan dei canditi la' dove sono stati piazzati all'origine, ma amo anche la rivisitazione per cui se fossi dotata di un bricio di follia in piu, probabilmente proverei a fare anche una pastiera salata....tanto mica devo scrivere un libro sulla verita' assoluta, no? Ti abbraccio bellissima....Pat

    RispondiElimina
  41. ... che tenera sei tesora... una mamma e suocera davvero splendida, oltre che una bella persona a prescindere dal ruolo familiare!
    Senti... visto che anche io non sopporto i canditi, non è che questa "quasipastiera" la puoi rifare anche per me??? Sono o non sono la tua tesora? ;-)

    RispondiElimina
  42. Io invece ho dovuto farne anche una per mia nipote che é celiaca ed ho dovuto sostituire il grano con il riso e siccome nemmeno a lei piacciono i canditi, non li ho potuti mettere. Comunque ha detto che era lo stesso uno schianto!
    Devo dire che ormai sono 3 anni che la faccio e mi riesce sempre buonissima, ma se la faccio stare un'ora e mezza o addirittura due,sempre a 160°, si asciuga troppo il ripieno. Per cui ti chiedo: tu la cuoci col forno ventilato o statico? Grazie.
    Anna Maria

    RispondiElimina